Fotografia e Letteratura una dialettica spesso polemica

“Non una proposta che sembra essere stata raccolta dagli scrittori. Ancora meno in Italia, dove la sufficienza con cui hanno tradizionalmente guardato alla fotografia è una spia molto rivelatrice della carenza culturale con la quale gli addetti ai lavori della letteratura considerano quello che lo storico Hobsbawm ha definito, nel Secolo breve, assieme al cinema, il linguaggio fondamentale della cultura del ventesimo secolo.”

Federico Scianna – 9 Agosto 2015 – Domenica inserto del Sole 24 Ore

La citazione che precede e che fu pubblicata il 9 Agosto del 2015 su Domenica l’inserto culturale del Sole 24 Ore all’interno del suo articolo dal titolo Istantanee prive di senso riprende un tema che mi è caro, quello del rapporto tra la Fotografia e le altre espressioni d’arte come appunto la Letteratura, il Teatro, ovviamente il Cinema, solo per fare qualche esempio. Scianna analizzando l’opera di Dennis Roche, autore che a metà del’900 aveva approfondito proprio il legame tra Fotografia e Letteratura, rimprovera agli intellettuali italiani quantomeno una disattenzione, se non addirittura (parole sue), una carenza culturale nel rapporto con l’immagine come strumento espressivo.

Scianna nel suo articolo giudicava una raccolta di immagini all’interno di un libro (Doppio Scatto di Silvio Parrella – Bompiani Editore 2015 e un articolo di Alessandro Baricco dello stesso periodo apparso su La Repubblica) come “prive di senso” e fuori contesto rispetto al contenuto.

Nel Settembre dello stesso anno l’ottimo Pietro D’Agostino replicava sull’argomento nella rubrica Punti di Svista del magazine Cultframe fornendo interessanti spunti e informazioni intorno a lavori diversi che, viceversa, rappresenterebbero un fermento anche all’interno della cultura nostrana.

Pubblico volentieri il link dell’articolo di D’Agostino che alimenta il dibattito su un tema di grande spessore culturale che ha bisogno anche del sangue della polemica più accesa quando funzionale ad una auspicabile maturità della comunicazione visuale. Ma ne parleremo ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *