La Valle

Breve resoconto per immagini di una escursione che, partendo da Cesenatico, conduce a Comacchio ed al cuore della Valle.
Il termine Valle comprende tutto l’ecosistema conosciuto e classificato come “Le Valli di Comacchio”.
Le Valli nascono nell’alto Medio Evo in conseguenza dell’abbassamento del suolo e del progressivo impaludamento dei territori, compresi tra il Po di Volano, il Po di Primaro e parte del percorso del fiume Reno.
Inizialmente le zone paludose erano occupate solo da acqua dolce ma, a partire dal XVI secolo, iniziò l’infiltrazione da parte dell’Adriatico, che trasformò l’acqua in salmastra.
Ci furono nel tempo svariati interventi di sistemazione idraulica e di bonifica, che hanno portato le Valli alla conformazione attuale.
Le Valli ospitano la più grande varietà di avifauna d’Italia con più di 300 specie di uccelli, tra cui i fenicotteri ed il cavaliere d’Italia. Come specie ittiche si trovano cefali, orate e anguille, per il cui allevamento e pesca Comacchio mantiene una fama consolidata nel tempo. Lo testimoniano i casoni e le strutture in acqua volti al governo del pesce.
La scelta di usare il bianconero nasce dall’intenzione di rappresentare le sensazioni provate nell’ambiente, evitando dove possibile la rappresentazione dei monumenti più significativi. Si tratta di luoghi nei quali lo scorrere del tempo è lento come il movimento delle acque e dove il contrasto cromatico non è significativo.

Ambientazioni letterarie: L’Agnese va a morire di Renata Viganò – romanzo vicnitore del Premio Viareggio 1949
Ambientazioni cinematografiche: L’Agnese va a morire (trasposizione) di Giuliano Montaldo (1976) – La donna del fiume di Mario Soldati (1955) – La casa delle finestre che ridono di Pupi Avati (1976) – Bambola di Bigas Luna (1996)

10 commenti su “La Valle”

  1. Bellissime foto che ci immergono in questo affascinante ambiente. Eccellente la scelta del bianco e nero che sottolinea le caratteristiche di scenari “fuori dal tempo” e poetici.

  2. Antonio Moncelsi

    Grazie Arnaldo per i tuoi apprezzamenti. Per chi non ha visitato i luoghi, è un viaggio che mi permetto di consigliare.

    1. Stefania Valeriani

      Queste foto riportano indietro il tempo. Il romanticismo che esprimono avvolge e commuove. Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *