Giorni Sospesi , Emozioni in uno scatto

Erano i primi di maggio, ultimi giorni di un periodo che ricorderemo a lungo. Noi della direzione di Al3photo leggiamo un post apparso su Fb: Marchesi Grafiche Editoriale lancia un progetto dedicato ai navigatori della rete: “Scatta delle immagini che raccontino il Lockdown; le migliori 100 immagini entreranno a far parte di un volume fotografico”.

Il progetto, articolato sui seguenti temi  “Libertà limitata”, “Convivenza e affetti”, “Solitudine”, “Famiglia”, “Lavoro”, “Ambientazioni”, invitava a lasciare attraverso uno scatto  una testimonianza tangibile del periodo che tutti noi stavamo vivendo. Inoltre, nobile causa, parte del ricavato della vendita dei libri fotografici, sarebbe stato devoluto in beneficenza.
Le nostre macchine fotografiche erano spente da tempo, ma abbiamo deciso di raccogliere l’invito!
Senza allontanarci troppo da casa abbiamo scattato qualche immagine e tra queste una è stata scelta ed inviata ai promotori del progetto senza alcun riferimento alla nostra Associazione.
L’Autore ha preso in considerazione la nostra proposta che è stata inserita tra le 100 immagini scelte per il volume. Con grande sorpresa ieri, 13 luglio, abbiamo avuto il piacere di riceverne a casa (in omaggio) ben due copie ed abbiamo potuto apprezzare l’eleganza e la bellezza del prodotto anche dal punto di vista della qualità fotografica delle immagini stampate. Tra l’altro le dimensioni del libro (23×31 cm) consentono di apprezzare gli scatti pubblicati.

Per supportare  la lodevole iniziativa vi invitiamo a visitare il  link https://bit.ly/3cLC90t  e acquistare  la Vostra  copia.

3 commenti su “Giorni Sospesi , Emozioni in uno scatto”

  1. Una iniziativa interessante testimonianza di quei “giorni sospesi” e delle emozioni suscitate. Un bel progetto che aiuta a ricordare e, ritengo, a cogliere comunque aspetti positivi da un evento così dirompente.

  2. Antonio Moncelsi

    L’iniziativa mi sembra lodevole. Complimenti per la presenza dell’Associazione tra le foto scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *